Il riciclaggio dei rifiuti elettrici ed elettronici

Tutti i Rifiuti generati dalle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) obsoleti o non più funzionanti sono considerati rifiuti pericolosi. Per questo è necessario effettuare una raccolta differenziata con conseguente smaltimento al fine di non avere impatto sull’ambiente.
Il corretto conferimento dei rifiuti RAEE è importante per ridurre al minimo l’inquinamento dell’ambiente e ridurrei rischi per la salute dell’uomo derivanti dalla dispersione di sostanze inquinanti e tossiche di solito contenute nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (cloro fluoro carburi, mercurio).

È inoltre importante riciclare i RAEE per evitare lo spreco di materiali che possono essere riutilizzati nei processi produttivi.
Per rendere semplice il corretto conferimento dei rifiuti elettrici ed elettronici si può far riferimento al seguente elenco che riporta le tipologie di tali rifiuti:

  • Cellulari e relativi accessoririfiuti elettrici
  • Elettrodomestici
  • Frigoriferi, lavatrici
  • Aspirapolveri
  • Asciugacapelli, spazzolini da denti elettrici, rasoi elettrici
  • Macchine per cucire
  • Stereo, lettori cd e mp3
  • Calcolatrici
  • Apparecchi radio, televisori
  • Apparecchiature sportive con componenti elettrici o elettronici.
  • Giocattoli elettrici
  • Sveglie, orologi da polso
  • Bilance
  • Computer, stampanti, fax
  • Telefoni
  • Videocamere,Videogiochi, registratori hi-fi
  • Apparecchiature elettriche da lavoro e da giardino

I rifiuti RAEE una volta raccolti e separati vengono inviati presso impianti specifici di smaltimento o lavorazione per la produzione di nuovi prodotti.

Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 sui RAEE

Dopo il 2005 su ogni apparecchiatura elettrica ed elettronica è entrato in vigore l’obbligo di riportare il simbolo del cassonetto sbarrato, che indica il che conferimento dei RAEE non deve avvenire presso i normali cassonetti.

Con il Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151, “attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti” si è voluta prevenire la produzione di rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche promuovendone il riutilizzo, il riciclaggio e altre forme di recupero in modo da ridurre la quantità destinata allo smaltimento.

I produttori, i distributori, i consumatori dei prodotti elettrici ed elettronici vengono in questo modo chiamati a migliorare  il ciclo di vita degli stessi, riducendo l’impatto ambientale che possono avere i rifiuti generati dai RAEE: viene inoltre significatamente ridotta la dispersione di sostanze pericolose.

 
 

Attraverso questo Decreto ad ogni tipologia di persona interessata alla produzione, al consumo o allo smaltimento dei rifiuti RAEE sono stati assegnati specifici oneri e competenze:

  • Produttori/Importatori: onere finanziario per la gestione di un sistema integrato per il trattamento, il riciclo e lo smaltimento dei RAEE.
    Ogni produttore si fa carico di una quota RAEE pari alla sua quota di mercato.
  • Distribuzione: organizzare il ritiro gratuito dei RAEE consegnati dai consumatori al momento dell’acquisto di un nuovo prodotto della stessa tipologia.
  • Enti Pubblici: mettere a disposizione dell’utenza domestica e della distribuzione dei Centri di Raccolta idonei per il conferimento dei RAEE.
  • Consumatori: obbligo di conferimento dei RAEE presso i Centri di Raccolta oppure consegna ai distributori all’atto di un nuovo acquisto.

Il Decreto Lgs. 151/05 ha permesso l’ottimizzazione del conferimento dei rifiuti elettrici ed elettronici, avviando attività di monitoraggio a garanzia dei comuni.

Raccolta e ritiro dei rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche

I RAEE possono essere conferiti presso l‘Isola Ecologica “LA PRECE” che si trova in Località Bivio di San Polo, al Km 35,500 di Via Tiburtina Valeria ed è attiva dal lunedì al sabato dalle ora 8.00 alle ore 18.00, la domenica dalle ore 8.30 alle 12.30.

L’ASA S.p.a. offre alle utenze domestiche il ritiro a domicilio gratuito periodico delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Si può prenotare il servizio telefonando al numero 0774.520000 il martedì ed il giovedì pomeriggio dalle ore 15 alle ore 17,30.

Consigli utili per lo smatimento dei RAEE

Non smontare il prodotto elettrico o elettronico

Prima di disfarsi di un’apparecchiatura elettrica o elettronica, è proibito dalla normativa smontare il prodotto, per non correre il rischio di venire a contatto o disperdere nell’ambiente sostanze nocive. Se ancora funzionante, potrebbe essere utilizzato da chi ne ha bisogno ( scuole, associazioni di volontariato ecc.).

Non conferire i rifiuti elettrici o elettronici vicino al cassonetto

Se non sappiamo come conferire il rifiuto elettrico o elettronico contattiamo l’ASA S.p.a. per il ritiro gratuito a domicilio.

 

tel.0774/520000

 

fax.0774/520015

 

mail: info@asativolispa.it