Consigli utili per la raccolta dei rifiuti non riciclabili

Per il corretto conferimento dei materiali non riciclabili è importante riporre i rifiuti in sacchetti ben chiusi prima di conferirli nei cassonetti posti su strada o nei sacchi neri semitrasparenti per le zone interessate alla raccolta differenziata “porta a porta”.

Anche se la categoria dei rifiuti non riciclabili viene smaltita in discarica quando gettiamo questa tipologia di materiali pensiamo bene al ciclo di vita di ognuno di essi:

quando siamo in mezzo alla strada oppure in spiaggia, prima di gettare a terra un mozzicone di sigaretta oppure un involucro di plastica derivante dal caramelle, ad esempio, soffermiamoci a riflettere che questi materiali rimarranno nell’ambiente anni prima di decomporsi.

 

Alcune stime sui più comuni rifiuti non riciclabili

Per essere maggiormente informati sul ciclo di vita dei rifiuti non riciclabili passiamo in rassegna alcuni dati statistici sulla produzione e lo smaltimento di alcuni prodotti di uso comune.

  • Pannolini e assorbenti igienici. L’uso di prodotti come pannolini per neonati e assorbenti igienici per donne è uno dei più diffusi tra i rifiuti non riciclabili. Secondo recenti stime una donna consuma nella propria vita dai 12.000 ai 15.000 assorbenti igienici: ogni giorno in Europa occidentale ne viene prodotta una quantità che oscilla intorno ai 24 miliardi per circa 90 milioni di donne. L’impatto sull’ambiente che avrebbero questi prodotti non riciclabili se non conferiti correttamente nei sacchi per la differenziata o nei cassonetti, è molto alto.
  • Biro e pennarelli. Considerati prodotti di largo consumo, i “prodotti da scrittura” sono anch’essi materiali che non possono essere avviati ai processi di riciclo. Da stime sulla produzione delle Bic, per esempio, ogni giorno vengono venduti 22 milioni di pezzi in 160 paesi: sono indubbiamente prodotti economici e pratici nel loro utilizzo, ma fanno parte della categoria “usa e getta”. Prodotti come questi hanno anch’essi un alto impatto sull’ambiente se non avviati al processo di smaltimento in discarica.
  • Cartoni per la pizza. In Italia il consumo di cartoni per la pizza è stimato intorno ai 1.300.000 ogni giorno. Per un corretto smaltimento i cartoni puliti vanno conferiti nella raccolta della carta, mentre quelli sporchi nei materiali non riciclabili.
  • Gomma da masticare. Come le altre tipologie di rifiuto non riciclabile anche la gomma da masticare è una tipologia di rifiuto da non sottovalutare: gettarlo per terra significa farlo rimanere nell’ambiente almeno 5 anni prima di decomporsi.
  • Piatti e oggetti in ceramica. Per il corretto smaltimento dei materiali in ceramica è utile ricordare che non vanno assolutamente conferiti insieme al vetro: ricordiamo sempre che basta una piccolissima quantità di ceramica per rovinare un’intera partita di vetro riciclato.

 

 

 

 

 

 

Corretto Conferimento dei Non Riciclabili nella Raccolta Differenziata

Raccolta Differenziata su Strada

cassonetto-indifferenziatoPer le zone non interessate alla raccolta differenziata “Porta a Porta” è possibile conferire i rifiuti non riciclabili all’interno di buste in plastica ben chiuse presso i classici cassonetti verdi posti su strada.

COSA INSERIRE: Carta oleata o plastificata, giocattoli, pannolini e assorbenti, DVD, CD, VHS, penne, sacchi per aspirapolvere, spazzolini, collant, rasoi usa e getta.

COSA NON INSERIRE: Materiali riciclabili, sostanze liquide, materiali impropri o pericolosi, sostanze tossiche, calcinacci e pneumatici.

Raccolta Differenziata Porta a Porta

sacco nero non riciclabilePer le zone interessate alla raccolta “Porta a Porta” si devono conferire i materiali non riciclabili all’interno del sacco grigio dato in dotazione, da porre all’esterno della propria abitazione. Il ritiro settimanale avviene il martedì.

sacco-fucsiaIl conferimento di prodotti particolari, come i pannoloni per le persone anziane o per gli adulti incontineti, devono essere conferiti all’interno dei sacchi fucsia ritirati il martedì insieme al rifiuto secco non reciclabile e il giovedi e sabato insieme al rifiuto organico.
I sacchi fucsia possono essere richiesti presso gli uffici ASA Tivoli SPA compilando una specifica dichiarazione autocertificativa. Nei sacchi fucsia non devono essere conferiti pannolini usa e getta per bambini e assorbenti igienici femminili.
Questi prodotti devono essere conferiti una volta a settimana con il secco non riciclabile.

COSA INSERIRE: Carta oleata o plastificata, giocattoli, pannolini e assorbenti, DVD, CD, VHS, penne, sacchi per aspirapolvere, spazzolini, collant, rasoi usa e getta.

COSA NON INSERIRE: Materiali riciclabili, sostanze liquide, materiali impropri o pericolosi, sostanze tossiche, calcinacci e pneumatici.