Con l’accordo tra ASA Tivoli S.p.A. e il Comando del Servizio di Polizia della Città Metropolitana di Roma Capitale,

si avvia una formale collaborazione tra le parti, con natura sperimentale, finalizzata a porre fine all’annoso e gravoso fenomeno dell’abbandono rifiuti in aree periferiche della Città di Tivoli non ancora completamente urbanizzate. 
In tali aree residuali del Comune di Tivoli, il sedime ricade in massima parte in aree indisponibili al Comune stesso, come ad esempio le zone relative ai ponti autostradali di Cesurni, loc. Martellona, il ponte autostradale in via Aeronautica e via Berlinguer o quelle della lottizzazione privata denominata Nathan presso via Antonio Marziale e limitrofe.

A incremento del senso di appartenenza e rispetto del territorio, ASA ha in programma altre iniziative di monitoraggio che coinvolgono i cittadini abitanti in queste aree con un’app dedicata, denominata “Sentinella” di cui daremo a breve ulteriori dettagli. Il malvezzo dello smaltimento illecito di rifiuti residuali dalle produzioni commerciali e artigianali da parte di piccoli e grandi realtà Aziendali provenienti da ogni parte della provincia di Roma, deve finire: l’Ambiente e il Territorio a Tivoli sono sempre più da considerarsi beni comuni da preservare e valorizzare e non asservibili in alcun modo alle necessità  di pochi approfittatori in regime di evasione fiscale con annessi potenziali ecoreati.

Scarica la delibera

-